Torna a Sartena l’apostolo Giuda Taddeo

Pubblicato giorno 27 ottobre 2021 - In home page, NEWS

IMG_20211027_150922

*
Un’edicola votiva ai piedi di Col Cumano ospita da settant’anni circa una statua dell’apostolo Giuda Taddeo. La tradizione lo vuole associato alle cause impossibili e disperate. E forse da lì nasce la devozione che fece costruire, per iniziativa privata, un’edicola. Due anni fa, prima del lockdown, un volontario chiese di potersene prendere cura: ha ripulito l’edicola, ha ripulito e sistemato la statua. Qualcuno nella piccola frazione si era chiesto che fine avesse fatto la statua: si è poi saputo che era in canonica, finalmente rimessa a nuovo. Si è infine scelta la vigilia della festa liturgica (28 ottobre) per ricollocare la statua, con un momento di preghiera e la benedizione impartita dal parroco don Gianni Trevisan. Ovviamente presente anche la delegazione del Centro Papa Luciani, perché l’antico toponimo della villa dei Cumano era “Sartena Alta”.

IMG_20211027_150306Giuda Taddeo era uno dei dodici apostoli, figlio di Giacomo. È quello che durante l’ultima Cena rivolge a Gesù la domanda: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?». E Gesù risponde: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui» (Gv 14,22-23). Una brevissima lettera del Nuovo Testamento porta il suo nome.

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)